Chi sono

Anche se con gli anni ho imparato un po’ a mascherarlo, chi mi conosce bene sa che sono timido.

Ancora oggi, quando parlo in pubblico, in un’aula piena di studenti, o appena prima di registrare un’intervista, non manca mai un pizzico di emozione.

Per questo mi piace cercare sempre di essere preparato, di approfondire i temi su cui sono chiamato ad esprimermi. A volte per questo mi danno del “professorone”, che per alcuni è quasi un’offesa ma per me resta un complimento, perché lavorare con i giovani è sempre stato un motivo di grande orgoglio.

Sono cresciuto in una famiglia semplice ma molto unita: da papà, entrato in una grande azienda da giovane impiegato, e pensionato dopo 35 anni con la qualifica di Direttore Generale, ho imparato che per raggiungere i risultati bisogna lavorare sodo e rimboccarsi le maniche; da mamma che ha scelto di dedicarsi prima alla famiglia e poi – una volta che i figli sono diventati grandi – al volontariato l’importanza di prendersi cura delle persone.

Ho 52 anni e la vita mi ha riservato tante gioie: sono felicemente sposato da 23 anni, ho 4 figli, fratelli e nipoti cui sono molto affezionato, tanti amici e… due criceti.

Come capita a tutti ho dovuto affrontare situazioni davvero difficili e cocenti delusioni: soprattutto in quei momenti non mi sono dato per vinto e ho continuato a lottare per le cose in cui credo.

10 cose su di me

  1. I miei maestri mi hanno insegnato che per poter essere liberi di fare ciò in cui si crede, prima di qualunque incarico politico, bisogna avere un lavoro e una solidità economica: per questo pur avendo iniziato a fare politica a 18 anni il mio primo incarico retribuito nelle istituzioni l’ho ottenuto 26 anni dopo, quando ero già professore universitario.
  2. Sono stato per 5 anni vicepresidente di Area Science Park: in quel periodo ho avuto la fortuna di lavorare a fianco di Giancarlo Michellone, un maestro di innovazione e di vita, e ancora oggi un amico.
  3. La sera per rilassarmi suono la chitarra classica, seppure meno bene di come mi piacerebbe.
  4. Nel dicembre 2014 un mio emendamento “notturno” ha sdemanializzato Porto Vecchio consentendo lo spostamento dei punti franchi: se ne parlava da 50 anni…
  5. Mi raccontano che già quando ero piccolo mi consideravano un po’ strano perché mi piaceva ascoltare il telegiornale e le notizie della politica. Io non me lo ricordo ma adesso si capiscono tante cose…
  6. Ho sempre pensato che la sobrietà in politica sia un valore importante: per questo, da senatore, ho deciso di devolvere il 20% del mio stipendio prima a Banca Etica e poi alla Caritas.
  7. Grazie a una mia interrogazione all’allora Ministro dell’Ambiente l’iter per l’approvazione del piano regolatore del Porto di Trieste, fermo da anni, si è sbloccato nel 2013, concludendosi a febbraio del 2015.
  8. Tra i progetti di cui vado più orgoglioso un posto speciale lo riservo a 20Lab: un laboratorio di in-formazione sociale e politica dedicato agli under 30 che, negli anni, ha visto complessivamente la partecipazione di più di 100 giovani triestini.
  9. Nel 2018 il mio partito, a causa di alcune posizioni critiche nei confronti di scelte che non condividevo, ha deciso di non ricandidarmi al Senato. Sono tornato a fare il professore universitario e dopo qualche mese mi sono presentato in Consiglio regionale dove oggi sono vicepresidente grazie agli elettori, che mi hanno eletto con il maggior numero di voti fra i candidati di tutti i partiti.
  10. Nell’ultimo anno, soprattutto nei momenti più faticosi e pieni di incertezze, c’è una frase che più volte mi è tornata in mente: “Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni”. Non ho mai smesso di crederci.

PUNTO A CAPO:IL PROGRAMMA

Questo programma elettorale prova a raccontare le sfide di futuro con le quali mi candido a Sindaco della città in cui sono nato e cresciuto e i contributi delle liste e delle tante realtà e persone che mi appoggiano in questa avventura elettorale.

1.

PUNTO SU TRIESTE CITTÀ CHE CRESCE

- Città metropolitana ed europea - Il porto e i trasporti - Porto Vecchio - La manifattura - Il turismo - Agricoltura - Il commercio, i servizi, l’artigianato - L’impresa sociale - Trieste città della conoscenza

2.

PUNTO SU TRIESTE CITTÀ CHE RESPIRA

- Tra centro e periferia - Un programma dedicato ad ogni rione - Spazi pubblici come luogo dei diritti - Pulizia e manutenzione delle strade, arredo e decoro urbano - Verde urbano e qualità del paesaggio - Il fronte mare - Muoversi in città: una mobilità nuova e sostenibile - Energia

3.

PUNTO SU TRIESTE CITTÀ CHE INVESTE SULLE PERSONE

- Comunità - Il mercato del lavoro e le professioni del futuro - Bambini e giovani - Le scuole - I servizi educativi - Anziani - Disabilità - Politiche di genere - Città universitaria - Città dello sport

4.

PUNTO SU TRIESTE UNA CITTÀ APERTA

- Biblioteche - Associazioni e imprese culturali - Il sistema museale - Teatri, cinema, spazi aperti - Trieste città plurale - Accoglienza ed integrazione

5.

PUNTO SU TRIESTE AL SERVIZIO DEI CITTADINI

- Partecipazione - Una città sicura - La città intelligente: smart human green city - Diritti degli animali - Fare la città: un piano per l’innovazione urbana

Rioni al centro

Vota le priorità del tuo Rione

Per quattro mesi, assieme ai volontari di Punto Franco, siamo stati in oltre 30 piazze di Trieste. In ogni rione abbiamo ascoltato e dialogato con le persone: grazie alla disponibilità di molti di voi, sono oltre 700 le segnalazioni, i suggerimenti e le proposte raccolte. Le abbiamo analizzate, classificate e valutate. Adesso vi chiediamo di indicarci, quali di queste credete siano davvero importanti: le proposte che otterranno il maggior numero di voti diventeranno parte del programma dedicato ad ogni singolo rione. In campagna elettorale tutti dicono di voler scrivere il programma assieme ai cittadini. Noi abbiamo deciso di provare a fare un passo in più: farlo scrivere direttamente a voi.

1.

Borgo e Altura

2

San Giacomo e Ponziana

3.

Servola

4.

Valmaura

5.

San Giovanni e Longera

6.

Roiano e Gretta

7.

Chiadino e Rozzol

8.

Barcola

9.

Opicina

10.

Città Vecchia – San Vito

11.

Barriera Vecchia

12.

Basovizza

13.

Città Nuova – Barriera Nuova

14.

Padriciano / Gropada

15.

Prosecco – Contovello

16.

Trebiciano – Banne

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi